© 2017 MenteCorpo

via Giovanni Segantini 69, Milano

320-1732166/3495205103

  • White Facebook Icon
  • White Google+ Icon

Area clinica: terapia di coppia.

La terapia di coppia è una disciplina giovane, a differenza della terapia individuale, infatti, gli approcci strutturati e le ricerche scientifiche sono ancora all'inizio.

Abbiamo deciso di approfondire e quindi utilizzare una metodologia messa a punto da una professoressa canadese, Sue Johnson, dagli anni '80. Questo approccio unisce l'ascolto della coppia e gli interventi attivi e soprattutto ha l'obiettivo di mettere in connessione i due partner direttamente durante la terapia.

Gli studi scientifici raccolti in 20 anni di utilizzo sono molto incoraggianti, evidenziandolo come l'approccio alla coppia maggiormente efficace in questo momento

La EFT, Terapia di coppia focalizzata sulle emozioni, è un approccio strutturato di terapia di coppia, normalmente una terapia breve (8-20 sedute), messa a punto nei primi anni 80 dalla dottoressa Sue Johnson e da Les Greenberg. Da allora, Sue Johnson ha sviluppato ulteriormente questo modello, aggiungendovi la teoria dell’attaccamento per conoscere più approfonditamente cosa succede nelle relazioni di coppia e guidare quindi i terapeuti ad aiutarle. La EFT è anche usata con famiglie ed individui. Ad oggi esiste un sostanziale corpo di ricerche che sottolinea l’efficacia della EFT.

Le ricerche mettono in luce che il 70/75% delle coppie passa da esprimere malessere al sentirsi guarite e circa il 90% mostra miglioramenti significativi.

La maggiore controindicazione alla EFT è l’esistenza di episodi di violenza nella coppia.

La EFT è usata con molti tipologie diverse di coppie sia da terapeuti privati, sia nei centri di ricerca delle università e delle cliniche ospedaliere sia in molti gruppi di diverse culture in tutto il mondo.

Nelle coppie sofferenti possono esserci partner con depressione, stress post-traumatico e malattie croniche.

 

Punti di forza della Terapia Basata sulle Emozioni (EFT).

 

La EFT è basata su un modello teorico chiaro ed esplicito del malessere di coppia e dell’amore tra adulti. Questo modello è supportato da dati di ricerca empirica sulla natura del malessere di coppia e del legame di attaccamento tra adulti.

La EFT è collaborativa e rispettosa del cliente, combinando le tecniche rogersiane di attenzione al paziente con gli interventi sistemici.

Le strategie di cambiamento e gli interventi sono ben chiari e specifici.

I movimenti chiave e i momenti del processo di cambiamento sono stati mappati in 9 fasi e 3 eventi di cambiamento.

La EFT è stata validata in oltre 20 anni di ricerche. Esistono anche delle ricerche sui processi di cambiamento e sui fattori predittivi di successo.

La EFT è stata applicata in molti tipologie di problematiche differenti ed in diverse popolazioni.

 

Gli obiettivi della Terapia Focalizzata sulle Emozioni 

  • Espandere e ri-organizzare risposte emotive chiave – la musica della danza di attaccamento.

  • Creare uno spostamento nelle posizioni dell’interazione tra i partner ed iniziare un nuovo ciclo di interazioni.

  • Favorire la creazione di un legame di attaccamento sicuro tra i partner.

 

Un esempio di processo di cambiamento

In una seduta terapeutica, l’evitamento passivo di un marito si sviluppa nella consapevolezza di essere senza speranza e nel sentimento di essere continuamente intimidito.

Inizia così ad affermare il suo bisogno di rispetto e, facendo ciò, diventa più accessibile a sua moglie. Cambia da: “E’ inutile parlare con te. Non ho voglia di combattere.” A “Voglio esserti vicino, voglio che tu mi dia una chance. Smettila di tormentarmi e lasciami imparare ad esserci per te.”

A questo punta la rabbia critica della moglie diventa paura e tristezza. Ora lei può chiedere e sollecitare di essere confortata. Lei cambia da “Semplicemente non te ne frega niente. Non capisci. a “E’ così difficile da dire, ma ho veramente bisogno che tu mi tenga stretta, che mi rassicuri, sei in grado?”

 

Nuovi cicli di interazione di legame accadono e prendono il posto dei cicli passati negativi come il insegui-scappa e il critica-difendi.

Questi cicli positivi diventano quindi virtuosi e creano un cambiamento permanente.

La relazione diventa un posto sicuro ed un ambiente di cura per entrambi i partner.

In pratica

 

FASE 1: DIAGNOSI

1/3 SEDUTE ogni 1 o 2 settimane.

 

Ascolto e definizione della problematica; coinvolgimento di entrambi i partner nel lavoro di coppia; paure, resistenze, opportunità.

Qual'è il tipo di legame della coppia?

Quali sono le posizioni dei partner?

Qual'è il loro modo di risolvere i conflitti?

L'obiettivo è la definizione di una diagnosi e la consapevolezza della particolare "danza" in cui i partner sono "incastrati", compiendo sempre gli stessi passi davanti alle diverse difficoltà o fasi della vita. 

FASE 2: 

2 incontri individuali con ciascun partner

Dare spazio a ciò che non si può o non si desidera portare in terapia di coppia.

FASE 3: INTERVENTO

minimo 3 sedute, ogni 2/3 settimane.

Punti di forza della coppia.

Consapevolezza dello stile di attaccamento della coppia.

Esercizi per uscire dal ciclo dipendente/evitante.

Esercizi per la comunicazione di coppia (la comunicazione attenta, gentile, empatica; comunicare non è parlare)

Perdonare, ricominciare.

E' frequente che venga consigliato ad uno dei partner, spesso il più sofferente, di intraprendere un percorso individuale (con un terapeuta di sua scelta o eventualmente consigliato).

October 4, 2015

Please reload